La scatola blu

Bio

Chi siamo

Dall’incontro di Massimiliano Gambinossi (già con Ginevra Di Marco negli album: Trama tenue, Smodato temperante, Disincanto ed ex componente dei Ci s’ha del Consorzio Produttori Indipendenti, con cui incide gli album: La tarantola e Tempi buoni partecipando, inoltre, al tributo The different you, Robert Wyatt e noi) con Leonardo Bertini, Alessandro Calò, Stefano Materazzi e Alessandro Bernocchi, nasce LA SCATOLA BLU.

Il gruppo si forma a Firenze nel 2014 da un’idea di Massimiliano Gambinossi già autore di molti dei pezzi. La direzione presa fin da subito è quella di musica d’autore con influenze etniche e popolari . La parte ritmica composta da batteria e percussioni aiuta a trasmettere questo tipo di contaminazione. Gli altri elementi (basso, chitarra acustica, chitarra ritmica, chitarra solista) permettono invece al gruppo di spaziare tra i vari generi toccando anche il rock e le ballate.
I testi delle canzoni sono visionari e poetici, la musica sembra uscire fuori da un circo psichedelico che non imita nessuno ma fa il verso a tutti.
La scatola blu fa musica! Italiana, visionaria e cialtrona, vestita di rock e psichedelia, La scatola blu è un passaporta tra le realtà di tutti i giorni e le magie che accomunano.

Il disco: Hanno ammazzato Spargiamore

Fortemente influenzati dalla canzone popolare italiana propongono dieci canzoni ispirate dalle vite conosciute nei propri viaggi, facendole proprie e vestendole con i suoni curati dalla meticolosa produzione di Andrea Salvadori.